In queste due opere realizzate per il Capri Palace Salvatore Garau si riconferma sperimentatore eclettico. “Qualcosa che avviene nel cielo, Metamorfosi” e “Pioggia celeste dal vulcano” lasciano trasparire paesaggi surreali.  

Architetture naturali come quella del vulcano svelano sfumature cromatiche ottenute dalla sovrapposizione di pigmenti che vanno dall’ocra, all’azzurro, al bianco, al nero. I cieli si accendono di rossi intensi in vibranti giochi di luce.

Garau dipinge con velocità, sentendo il ritmo interiore, con chiarezza di idee, quasi avesse già in mente il dipinto e dovesse bloccarlo sulla tela. La sua potrebbe essere definita una pittura di paesaggio contemporaneo fatta di lande e scorci marini, riprese aeree che evocano orizzonti e spazi infiniti; anche se la natura è sempre traslitterata in visioni tra il pop e l’apocalittico. Come in queste due tele.