Luca Pignatelli

Luca Pignatelli è nato nel 1962 a Milano, dove vive e lavora. Dopo aver studiato architettura Pignatelli sceglie l’arte ed esordisce nel 1984 a Milano con una mostra al Centro San Fedele.

Trasforma la sua prima formazione come architetto in raffinata ricerca estetica come si nota nelle opere del 1998, l‘anno in cui Pignatelli decide di utilizzare al posto della tela tradizionale teloni ferroviari su cui dipinge il volto di Afrodite e aerei da guerra. La scelta di dipingere con tonalità scure e tetre sia nei paesaggi che negli altri soggetti è un leitmotif che enfatizza e carica i soggetti di elementi simbolici.

Nelle opere di Pignatelli le icone romane ed elleniche rivivono e si rimescolano alla storia più recente, catapultate in scenari anacronistici e fantasiosi, che rievocano il fascino dell’archeologia e l’esplorazione del mito.

Così Pignatelli ha conquistato il pubblico internazionale che nelle sue opere trova allo stesso tempo qualcosa di familiare e allo stesso tempo inquietante e sconosciuto.

La ricerca artistica di Pignatelli si dispiega tra il fascino dell’archeologia e l’esplorazione del mito. Tele di canapa di vecchi vagoni merci cucite tra loro su cui si delineano cieli di cenere e di polveri che vivono di strappi e cuciture, in ampi spazi immersi nell’ombra.