Artists in residence

Aritsts in residence è un progetto di crescita artistico-culturale legata al territorio. Consiste in un periodo di soggiorno presso il Capri Palace Hotel di artisti, invitati singolarmente a lavorare alla realizzazione di un’opera d’arte durante la loro permanenza sull’Isola di Capri.

L’interrelazione tra artista e territorio, tra l’opera e il contesto che si dispone ad accoglierla sarà il requisito imprescindibile di un percorso comune che andrà ad arricchire ambo i soggetti: il genio artistico come il suo pubblico.

Promotore dell’iniziativa è il Dottor Antonio Cacace, fautore da anni di numerose collaborazioni tra influenti interpreti del Mondo Culturale Contemporaneo e il Capri Palace Hotel.

L’idea nasce col preciso obiettivo di rendere l’Isola di Capri, e in particolare Anacapri, teatro di esperienze artistiche il più possibile coinvolgenti: il partenariato tra l’artista ospite e il Capri Palace sarà di fatti esteso ad enti pubblici, grazie anche al Patrocinio morale del Comune di Anacapri, istituzioni scolastiche, stampa, web, privati.

Il Capri Palace costituisce un riuscito esperimento di Art-Hotel, ove la fruizione delle opere d’arte è tutt’altro che privata ed esclusiva: nell’ingresso, nelle aree comuni, nelle camere e nell’imponente hall, cuore del White Museum, l’arte è assoluta protagonista.

La collezione di opere d’arte moderna e contemporanea dell’albergo è stata negli anni impreziosita dalla presenza di opere site specific, a dimostrazione di come l’estro creativo dell’artista possa riuscire a sposarsi agevolmente con l’ambiente nel quale si sviluppa.

Proprio a tal fine, il Capri Palace mette a disposizione degli artisti un ampio Atelier vista mare, con tutte le attrezzature richieste e necessarie alla creazione delle opere che egli intende realizzare.

Sono stati testimoni di questa esperienza: Arnaldo Pomodoro, Velasco Vitali, Fabrizio Plessi, Vanessa Beecroft, Salvatore Garau, Michele Chiossi, Alessandro Papetti, Riccardo Gusmaroli, Maurizio Galimberti, Frances Trombly e Leyden Rodriguez Casanova - già ospiti nell’atelier dell’albergo, e spesso felici di tornare anche in più di un’occasione.

Il Disegno più ambizioso ora è diffondere la vis artistica racchiusa all’interno del Capri Palace all’esterno, a beneficio del territorio, dei residenti e dei visitatori.

Memori di ciò che ha rappresentato Capri nei secoli passati - tappa favorita dei viaggiatori del Grand Tour, meta di artisti  romantici, che qui trovarono ispirazione - si vuol dar vita oggi ad un vero e proprio laboratorio culturale, un pensatoio e al contempo una fertile officina per tutti coloro che prenderanno parte all’iniziativa.

Anacapri, villaggio autentico situato nell’area più esclusiva e panoramica dell’Isola, rappresenta in tal senso il contesto più favorevole dove portare  avanti un  simile”esperimento”, unendo  la  storia, bellezza e monumentalità paesaggistica  con la genuinità tipica di un piccolo borgo che riesce ancora a vivere momenti conviviali e di partecipazione civica.  

Sede di soggiorni memorabili, basti  pensare al ventennio  futurista, Anacapri ha spesso costituito un fervido ritrovo per artisti  ed intellettuali. Una simile esperienza di residenza artistica, vuole testimoniare come le potenzialità di questo luogo, in passato così tante volte ispiratore, possano essere ancora sprigionate ed attrarre nuovi talenti e  luminose energie. 

Le arti visive previste per le prime rassegne di Artists in residence abbracceranno il campo della fotografia, della pittura, installazioni e scultura. Massimo Kaufmann; Giada Ripa, Gabriele Picco e Sebastiano Mauri sono i protagonisti scelti dalla curatrice Arianna Rosica, un’attenta professionista del settore contemporaneo, caporedattore di Flash-Art e organizzatrice della Milan Flash Art Fair, già coinvolta in Travelogue, laboratorio di didattica, che interessa da anni le scuole dell’Isola di Capri, voluto da Antonio Cacace e dalla Fondazione Capri.

Flash Art è un magazine d'arte contemporanea italiana ed internazionale fondato e diretto da Giancarlo Politi, con sede a Milano e  una base editoriale a New York. 

Quest’anno il progetto coinvolgerà l’Istituto Axel Munthe, e in particolare gli studenti del Liceo Classico, in un’attività di  laboratorio. Nello specifico, si propongono 3 appuntamenti dell’artista con gli studenti, da ripartire nell’arco della settimana di residenza al Capri Palace.

Verranno realizzati workshop di fotografia, disegno e ritratto per garantire agli studenti un approccio diretto e al contempo teorico e pratico verso il Mondo dell’Arte. Gli artisti individueranno un link tra la loro arte e alcuni dei luoghi culto dell’isola, e in special modo di Anacapri, quali la Chiesa di San Michele e il Museo Axel Munthe. 

“Artists in Residence” vuole poi estendersi con un momento di critica d’arte, indirizzato in particolare ai ragazzi del Liceo Classico e agli studenti degli altri plessi che manifesteranno interesse  a voler essere  coinvolti.

In programma, la pubblicazione “Si fa con tutto- Il linguaggio dell’arte contemporanea” e l’incontro con l’autrice, Angela Vettese , docente di Teoria e Critica d'Arte Contemporanea presso l'università IUAV di Venezia, Facoltà di Design e arti.